Attualità

Pubblicato il 14 Febbraio 2019 | di Silvio Biazzo

0

Progetto “Calypso South” per monitorare le correnti marine

Un ambizioso programma per rendere più sicura la vivibilità del “Mare Nostrum “: la Giunta Municipale con delibera ha approvato lo schema di protocollo d’intesa tra l’Università di Palermo ed il Comune di Ragusa per l’attuazione del Progetto “Calypso South” finanziato nell’ambito del PIC Interreg VA Italia Malta 2014 – 2020.
Il progetto “Calypso South” che coinvolge diversi partner italiani e stranieri tra cui l’Università degli studi di Palermo – Polo Universitario della provincia di Trapani (che svolge il ruolo di coordinatore delle attività dei partner italiani) – si propone la messa a punto di un sistema stabile ed operativo per il monitoraggio delle correnti marine superficiali nel canale maltese mediante l’uso di un sistema di osservazione remota tramite radar e radiofrequenze in grado di fornire mappe delle correnti marine superficiali utili per interventi in caso di sversamenti di idrocarburi, di ricerca e soccorso in mare ed a supporto delle sicurezza della navigazione.
Presso il porto di Marina di Ragusa, tra l’altro, dal dicembre del 2016 è operativa una rete di antenne HF a radiofrequenze che costituiscono il sistema “Calypso”, composta attualmente da quattro elementi, due in Sicilia e due a Malta. Il Comune di Ragusa inoltre, tramite l’ufficio di Protezione Civile comunale, ed in particolare il Presidio Marina, ha supportato le attività del sistema “Calypso” offrendo il proprio supporto logistico operativo in loco. Per questo motivo il Comune di Ragusa è stato invitato a partecipare al progetto in questione sia in qualità di Stakeholder che di componente di working group. Per lo svolgimento delle diverse attività individuate è stato quindi predisposto un protocollo d’intesa tra gli enti con il quale le parti si impegnano, qualora ne emerga la necessità, di mettere a disposizione per il raggiungimento delle finalità indicate nel progetto propri mezzi e le proprie attrezzature per predisporre i relativi piani operativi.
A sottoscrivere lo schema di protocollo saranno per il Comune di Ragusa l’assessore alla protezione civile, dott. Giovanni Iacono e per l’Università di Palermo – Polo universitario di Trapani, il responsabile del Progetto “Calyipso South”, prof. Giuseppe Ciraolo.

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑