Attualità

Pubblicato il 8 Aprile 2019 | di Silvio Biazzo

Per la Ragusa-Catania occorre una concreta mobilitazione

Bisogna agire con forza e determinazione, la Ragusa-Catania si deve fare, quel fatidico tratto viario, oggi trasformato in più tratti in un percorso di guerra per le pessime condizioni in cui langue, comprese le decine di discariche abusive di cui è costellato, deve vedere la sua alba. “È necessaria, adesso più che mai, una mobilitazione forte ed efficace dell’intero territorio. L’incomprensibile rinvio del Cipe sulla Ragusa-Catania, che mette in discussione l’intero impianto del progetto, nonché l’imminente apertura dei cantieri e la realizzazione dell’attesa opera infrastrutturale, è un segnale chiaro e inequivocabile che va in una determinata direzione, con buona pace di chi aveva dichiarato tutt’altro. Ma riteniamo che, adesso, non sia il momento delle polemiche quanto quello di fare sentire a gran voce l’indignazione di un’intera area che questa infrastruttura la vuole e sa di non potervi rinunciare”. È il presidente provinciale Confcommercio Ragusa Gianluca Manenti a dirlo raccogliendo l’appello alla mobilitazione proveniente dal deputato regionale Nello Dipasquale che l’altro giorno ha assistito ai lavori del Cipe e che ha preso atto di come il rischio concreto sia quello di non vedere mai la realizzazione della Ragusa-Catania. “Le associazioni di categoria devono fare quadrato, stringersi attorno alla necessità di realizzare quest’opera – aggiunge Manenti – perché è il momento di dimostrare, sino in fondo, quanto vale il nostro territorio. Non ne possiamo più di essere trattati in questo modo, come l’ultima ruota del carro o forse peggio. Abbiamo bisogno della nostra dignità infrastrutturale ed è opportuno che ci si giochi sino in fondo le carte del mazzo che abbiamo a disposizione. Il Cipe non ci sente? Bene, leveremo alta la nostra voce e faremo percepire che non siamo disposti ad accettare simili discorsi. Basta con questo atteggiamento che denota sufficienza, anzi una vera e propria incapacità, di venire incontro alle nostre esigenze”.

Tags: ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR