Vita Cristiana

Pubblicato il 3 Aprile 2020 | di Gabriella Chessari

“AdDio Graziana”. Il tuo sorriso ci accompagnerà per sempre

“Perché?” Graziana, 41 anni, moglie e mamma amorevole, educatrice esemplare, amica di tutti… “perché?”. Morire in questo periodo di quarantena senza la vicinanza dei suoi cari e senza un rito funebre “perché???”.
“Perché?” è quello che in questi giorni molti si stanno chiedendo senza ricevere in cambio una risposta umana.
Eppure una risposta può arrivare solo se si ha una fervida Fede, proprio come quella che possedeva Graziana.
Graziana è un’educatrice che, sin dal primo anno di mandato, ha accettato di servire il suo Signore in maniera incondizionata.
L’educatore è testimone di Gesù sempre, ogni giorno, ogni momento, anche nel momento della morte. Ed è, probabilmente, anche per questo che la sua famiglia ha deciso di donare gli organi, un gesto che racchiude la grande generosità d’animo che proprio Graziana ha trasmesso ai suoi cari. Adesso altre persone vivranno grazie a lei e così la sua morte non sarà vana.
Nella sua pagina facebook il suo ultimo post è stato la condivisione della preghiera del Papa “Il Crocifisso bagnato dalle lacrime del Cielo, il Papa solo nella piazza vuota”… anche tu Graziana eri sola, con il cielo in lacrime e la piazza vuota, ma proprio come il Papa non eri veramente sola, ma tutti noi eravamo uniti a te con la preghiera.
Immenso il vuoto che hai lasciato nelle persone che ti hanno conosciuto, il Signore dia forza e sostegno alla tua famiglia, alla quale tutto l’Ufficio Comunicazioni Sociali e la redazione di Insieme esprime preghiera e vicinanza.


Autore

Gabriella Chessari

Nata a Ragusa il 5 dicembre 1978; moglie, mamma e collaboratrice dal 1998 dell'Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Ragusa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑