Società

Pubblicato il 22 Aprile 2020 | di Redazione

Come gestire situazioni e relazioni. Il servizio dei due consultori familiari

I consultori familiari di ispirazione cristiana di Ragusa e Vittoria hanno attivato un servizio di ascolto, raccogliendo la proposta della Confederazione Italiana dei Consultori Familiari di Ispirazione Cristiana.

Si tratta di uno sportello di ascolto in cui professionisti, che sono già operatori volontari dei due consultori, offrono la propria disponibilità a ricevere telefonate di chiunque abbia bisogno di essere ascoltato. Il servizio è attivo dal giorno dedicato alla festa di San Giuseppe ed allinterno delle attività pastorali della Diocesi di Ragusa.

«Il progetto affermano la presidente del Consultorio familiare di Ragusa Agata Pisana e il direttore Emanuele Mannile vuole dare una risposta di sostegno professionale in questo periodo di emergenza che non è solo sanitaria, economica, ma è anche psicologica e relazionale. La drammaticità di quanto sta succedendo, infatti, per il diffondersi del Covid-19 e per le restrizioni – utilissime ma tante volte difficili da gestire, che hanno comportato un cambiamento drastico delle nostre abitudini e lesperienza di vissuti inediti, complessi e spesso psicologicamente faticosi – impone che i nostri servizi siano ancor più del solito presenti ed attivi in favore dei cittadini e di tutto il territorio diocesano».

La telefonata è coperta dalle norme della privacy per cui i dati del fruitore del servizio non vengono in alcun modo utilizzati e ogni telefonata non potrà durare oltre i 15 o 20 minuti per permettere anche ad altri di accedere al servizio. I volontari del Consultorio familiare hanno aderito in modo compatto alla proposta della presidente Agata Pisana, tanto che si può usufruire del servizio per otto ore al giorno (in alcuni orari che possono essere ritenuti di punta c’è anche la disponibilità di tre o quattro operatori contemporaneamente).

Anche il Consultorio familiare di ispirazione cristiana Don Enrico Arenadi Vittoria intende offrire il proprio contributo in questo momento particolare che sta vivendo lintera comunità.

Per far fronte alle possibili domande della popolazione un servizio telefonico di sostegno psicologico, attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 13 e dalle 15 alle 18. Chiamando al 3666548309 unaddetta ai lavori comunicherà orario e giorno in cui il richiedente verrà ricontattato nelle seguenti 24 ore da una nostra professionista volontaria.

«Non si possono ignorare spiega il direttore Germano Missud le paure, le insicurezze, i dubbi, la tristezza, lo stress, il senso di impotenza, che il virus Covid-19 porta con sé nelle case e sulle strade. Nel pieno di questa emergenza è possibile incorrere a momenti di difficoltà psicologica causati dal clima di angoscia e di incertezza che tutti quanti stiamo vivendo. Il supporto psicologico, seppur telefonico, è un aiuto su cui poter contare per masticare e superare questi momenti di fragilità. Dobbiamo sin da subito mettere in campo ogni forza per offrire un aiuto concreto ai nostri cittadini e creare le condizioni perché la fine dellemergenza possa portare ad una vera e propria ripartenza».

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR