Vita Cristiana

Pubblicato il 3 Giugno 2020 | di Orazio Rizzo

La Congregazione dei Dottrinari esulta: sarà canonizzato il fondatore Cesare De Bus

La Congregazione dei Padri della Dottrina Cristina, meglio conosciuti come Padri Dottrinari è in festa: presto il fondatore, il Beato Cesare de Bussarà canonizzato. Il De Bus fu beatificato dal Papa Paolo VI, il 27 aprile del 1975.

Papa Francesco ha infatti riconosciuto il miracolo, attribuito all’intercessione del Beato e che lo porterà alla gloria degli altari, ovvero quello di una giovane donna di Salerno, guarita inspiegabilmente – secondo la scienza – ed in modo perenne e duraturo, da una “meningite in paziente con emorragia cerebrale”, accaduto a Salerno nel 2016.

A darne notizia il bollettino ufficiale della Santa Sede e lo stesso Padre Generale della Congregazione, il vittoriese P. Sergio La Pegna, che in un messaggio ringrazia il Signore per questo grande dono.

Il 26 maggio 2020, infatti, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi; durante l’Udienza, il Sommo Pontefice ha autorizzato la medesima Congregazione a promulgare i Decreti riguardanti:
il miracolo, attribuito all’intercessione del Beato Cesare de Bus, Sacerdote, Fondatore della Congregazione dei Padri della Dottrina Cristiana (Dottrinari); nato il 3 febbraio 1544 a Cavaillon (Francia) e morto ad Avignone (Francia) il 15 aprile 1607.

La Congregazione è presente a Vittoria, unica sede in Sicilia, dal lontano ottobre 1967,  per volere dell’ordinario del tempo, il Vescovo Pennisi, data che segna l’inizio della loro presenza sul territorio, ad opera dell’infaticabile p. Lino La Bella che riuscirà a tessere rapporti significativi e di dialogo con il clero locale e diocesano.

La Bolla arriverà insieme all’indimenticabile P. Ludovico  Santoro e troveranno un primo alloggio provvisorio al SS. Rosario, ospiti della canonica della parrocchia. Su indicazioni del Vescovo, i Padri fecero esperienza in varie zone della città, allora in espansione e crescita, zone difficili e spesso abbandonate, portando il loro carisma con gioia e semplicità, divenendo per molti punti di riferimento ed esempio di vita, svolgendo un servizio instancabile e premuroso sull’ esempio del Fondatore e del suo carisma, ovvero quello di portare la Parola di Dio ovunque, catechizzando.

Agli inizi anni ’70, il Vescovo affiderà alla Congregazione la parrocchia Madonna Assunta, lasciata vacante dal P. Ciancio e che ancora gestiscono con zelo e passione. Una presenza significativa per il territorio e la città: come non ricordare padre Santoro, padre Dario Liscio, padre La Bella, padre Ottorino e padre Marchini tra gli ultimi, pionieri di una nuova evangelizzazione per strade e quartieri, tra poveri e giovani.

Negli anni anche due vittoriesi si sono consacrati nella Congregazione: padre Giuseppe Giunta, attuale parroco della chiesa Madonna Assunta e padre Sergio La Pegna, Superiore Generale della stessa Congregazione.

 

 

 

Tags: , ,


Autore

Orazio Rizzo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR