Società

Pubblicato il 28 Dicembre 2021 | di Redazione

Rondine, qui si coltiva la pace

Una vittoriese al quarto anno liceale d’eccellenza a Rondine per un anno scolastico esigente, ma che forma giovani consapevoli e competenti per affrontare le sfide del nostro tempo.

Sofia Gentile, 16 anni, alunna del liceo classico dell’I.I.S. “G. Mazzini” di Vittoria, è uno dei 26 studenti italiani che quest’anno frequenta il QaR, un’esperienza formativa internazionale unica e innovativa, riconosciuta e sostenuta dal Ministero dell’Istruzione che l’ha proposta come modello all’ultimo G20.

Il progetto centrale di Rondine, Cittadella della pace, in provincia di Arezzo, è la World House – Studentato Internazionale, un percorso di due anni rivolto a giovani provenienti da Paesi interessati da conflitti attuali o recenti o appartenenti a culture diverse (Medio Oriente, Balcani, Africa Subsahariana, Federazione Russa, Caucaso del Sud) che accettano di convivere con il proprio “nemico” per imparare ad affrontare il proprio conflitto e a trasformarlo in un’opportunità creativa. Da questa esperienza, ideata dal professor Franco Vaccari e da un gruppo di amici di Giorgio La Pira, si è originato il Metodo Rondine, oggi applicato oltre che nella diplomazia, anche nella scuola e nel management.

Molto più di un esperienza all’estero, il Quarto Anno Rondine, per il rapporto quotidiano con la World House, è un percorso capace di mettere in comunicazione diversi paesi e culture, una scuola innovativa che coniuga le discipline del liceo classico, delle scienze umane e dello scientifico, con un percorso di crescita e consapevolezza di sé per lavorare sulla dimensione emotiva e relazionale, imparare ad assimilare ed elaborare gli stimoli della società globale, affrontare il futuro e le sfide della contemporaneità, definire il proprio progetto di vita. Nel corso del QaR lo studente si forma per diventare un leader, un innovatore e protagonista del cambiamento mettendo le competenze trasversali acquisite a servizio degli altri per contribuire a migliorare la società.

Il progetto Ulisse è il cuore dell’offerta formativa del QaR. Il pomeriggio si svolgono lezioni di esperti e docenti universitari, uniti a workshop anche in lingua inglese per approfondire e fornire strumenti di analisi su questioni di urgente attualità: lotta alla criminalità e all’illegalità, conflitto individuale e sociale, sfide ambientali, cultura digitale, dialogo interculturale, marginalità sociale.

Il QaR, come tutte le attività di Rondine, è seguito con interesse da numerosi partner e finanziatori, tra cui la Fondazione per l’arte e la cultura Lauro Chiazzese che ha messo a disposizione di Sofia Gentile e di altri studenti delle borse di studio per frequentare quest’anno che cambia la vita dei ragazzi.

Il 25 novembre si è aperto il bando per l’a.s. 2022-2023 che scade il 31 gennaio. Dal link https://quartoanno.rondine.org è possibile candidarsi alle fasi di selezione per il prossimo anno scolastico. Sofia, che dal 20 al 23 dicembre porterà la sua esperienza nei licei della provincia di Ragusa, e la sua famiglia sono disponibili per chiunque sia interessato a raccogliere il testimone della giovane vittoriese.

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR