Vita Cristiana

Pubblicato il 14 Aprile 2022 | di Redazione

Benedetti nella messa crismale gli oli santi provenienti da Capaci

La consacrazione degli oli santi, il rinnovo delle promesse dei sacerdoti, la consegna della prima lettera pastorale di monsignor Giuseppe La Placa sono stati i tre momenti centrali della celebrazione della messa crismale. Il vescovo ha colto l’occasione per la consegna ai sacerdoti della prima lettera pastorale che si intitola “Che siano uno… a due a due”. È una lettera incentrata sulla fraternità e la comunione sacerdotale, attraverso la quale si può cogliere il modello di Chiesa che il nuovo vescovo intende promuovere. Un modello che si inserisce perfettamente nel percorso sinodale che la comunità ecclesiale sta vivendo con gioia ed entusiasmo.

Arricchita di particolari significati anche la benedizione degli oli che saranno utilizzati durante l’anno per impartire i sacramenti. Nell’ampolla è stato infatti aggiunto l’olio proveniente dagli ulivi messi a dimora nei giardini del memoriale delle stragi di Capaci e Via D’Amelio e il balsamo del bergamotto coltivato nelle terre sottratte alla ’ndrangheta nella Diocesi di Locri-Gerace. A consegnare all’altare, durante l’offertorio, l’olio proveniente da Capaci è stata il questore Pinuccia Albertina Agnello. Lo stesso questore aveva accompagnato il dono con l’auspicio che «ogni goccia sia consacrata per la giustizia, la speranza e la pace».

Parole riprese, durante l’omelia, da monsignor La Placa che ha invitato a riscoprire la carità fraterna come via per raggiungere la giustizia e la pace. Il vescovo ha indicato a tutti la «via del dialogo e della corresponsabilità», non solo tra le nazioni ma anche «nelle relazioni quotidiane», in modo da mettere fine a «pretestuosi e inutili conflitti». Solo così, ha aggiunto monsignor La Placa, «potremo sperare di dare un volto nuovo al nostro futuro e al futuro dell’umanità».

Durante la celebrazione, il vescovo ha chiesto di pregare per tutti i sacerdoti e, in particolare, per i più anziani e malati, per i missionari, per padre Antonio Baionetta che quest’anno celebra i 60 anni di ordinazione. Il suo pensiero è andato anche per gli otto seminaristi, per i sei giovani che vivono l’anno propedeutico e per un altro gruppetto che si trova in fase di discernimento vocazionale.

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR