Ragusa

Pubblicato il 14 Febbraio 2014 | di Redazione

Rilancio ferrovia Iblea

Attivare un’interlocuzione serrata per la realizzazione concreta dei progetti di mobilità alternativa già allestiti in tutto il territorio provinciale, in particolare attraverso lo sviluppo della rete della ferrovia iblea.

A partire da un tavolo di confronto, programmato nelle prossime settimane, che consenta il ripristino di alcune linee di collegamento strategiche tra Modica, Ragusa, Comiso e Vittoria, a servizio dei pendolari e dei flussi turistici nel territorio ibleo. E’ quanto ribadito questa mattina dal sindaco Federico Piccitto durante l’incontro che si è svolto a Palazzo dell’Aquila tra l’amministrazione comunale ed i vertici di Trenitalia, Rfi e dell’assessorato regionale alle Infrastrutture ed ai Trasporti. Presenti all’incontro in rappresentanza del Comune, oltre al primo cittadino, il vicesindaco Massimo Iannucci, l’assessore al Bilancio Stefano Martorana ed il funzionario tecnico ing. Giuseppe Corallo. Al confronto hanno partecipato  il dott. Francesco Mignosi di Trenitalia, l’ing. Andrea Cucinotta di RFI, il dott. Francesco d’Amore e il dott. Diego Greco dell’assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, il sindaco di Scicli Francesco Susino, il sindaco di Santa Croce Francesca Iurato, il vicesindaco di Modica dott. Giorgio Linguanti , il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia, l’assessore alla cultura di Giarratana Letizia Leggio, il CUB Trasporti (Pippo Gurrieri, Giovanni Urso, Pippo Costa e Salvatore Ragusa), il Comitato Siciliano Pendolari (Giosuè Malaponti), il Comitato per il rilancio della Ferrovia Iblea (Roberto La Terra e Angelo Tidona) e Legambiente (Antonino Duchi). Il sindaco Piccitto, dopo aver ringraziato i presenti per la disponibilità mostrata, ha evidenziato i temi centrali per il rilancio della ferrovia iblea, già oggetto di un documento programmatico sottoscritto dai sindaci dei comuni della provincia e dalle organizzazioni di categoria del territorio, in occasione della manifestazione “Pendolaria 2013” del 17 dicembre scorso. “Il nostro territorio – ha spiegato Piccitto – ha assoluta necessità di creare un sistema intermodale di trasporto con l’aeroporto di Comiso ed il Porto di Pozzallo, da realizzare anche attraverso il potenziamento delle linee ferroviarie. Perciò chiediamo un segnale da parte della Regione siciliana e di Trenitalia, che sancisca una netta inversione di tendenza rispetto al passato, rivalutando le potenzialità del territorio ibleo da questo punto di vista. Vogliamo avere l’opportunità di dimostrare, insomma, che sull’area iblea si può investire”. Il primo cittadino ha sottolineato, fra le altre cose, i circa 70.000 visitatori che annualmente si recano al Castello di Donnafugata, un flusso turistico importante che richiederebbe, ad esempio, il potenziamento della tratta ferroviaria da e per la stazione di Donnafugata. Anche il sindaco di Santa Croce Camerina, Francesca Iurato, ha sottolineato l’importanza che riveste la stazione di Donnafugata per i cittadini del comune ibleo (i quali non dispongono di stazione ferroviaria), ponendo l’attenzione sulla necessità per la Regione siciliana di predisporre un piano generale dei trasporti siciliani in base al quale stabilire obiettivi, strategie e scelte. Altro punto oggetto di discussione quello relativo al progetto di ammodernamento della tratta Siracusa-Gela ed al progetto preliminare della metropolitana di superficie elaborato nel 2006 da RFI. L’ing. Cucinotta, in proposito, ha dichiarato che il progetto è stato inviato al Ministero dei Trasporti il 17 settembre del 2008, e da allora non è stato ancora inserito nel contratto di programma. Tutti i presenti hanno condiviso l’idea di rivedere e rimodulare tale elaborato in base alla mutate condizioni ed esigenze territoriali (aeroporto di Comiso ed ampliamento del porto di Pozzallo su tutte) ed alle coordinate del piano strategico d’area vasta che coinvolge Catania e Siracusa e permetterà di sfruttare i fondi comunitari derivanti dalla programmazione europea 2014-2020. “E’ necessario che l’intera classe politica – ha concluso il sindaco Piccitto –  a partire dalla deputazione regionale iblea, sposi questa iniziativa e sottoponga con forza nelle sedi istituzionali competenti un tema che rappresenta una priorità essenziale per il futuro del nostro territorio. Da parte mia, in qualità di sindaco del comune capoluogo, ribadisco la piena disponibilità a svolgere un ruolo di coordinamento tra le varie realtà provinciali per consentire che, agli auspici più volte manifestati, seguano azioni concrete su questo fronte”.

Faustina Morgante

Tags:


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR