Cultura

Pubblicato il 29 Aprile 2014 | di Silvio Biazzo

Duo Cappellani – Spina, un felice ritorno sul palco del Donnafugata

Hanno bissato il grande successo dello scorso anno : sono la soprano Marianna Cappellani ed il pianista Antonino Spina che l’altra sera hanno tenuto inchiodato alle poltrone l’attento pubblico del Teatro Donnafugata, coinvolgendolo in un suggestivo viaggio tra le immortali melodie delle grandi opere composte tra l’Ottocento e il Novecento.

E’ stato il 160° concerto dalla fondazione di Ibla Classica International la stagione concertistica dell’A.Gi.Mus – diretta dal m.stro Giovanni Cultrera – che ha proposto lo spettacolo “Vissi d’arte… Metti una sera all’Opera”. Artista di prima grandezza, la Cappellani può vantare ruoli di rilievo in vari enti lirici, in opere come Macbeth di Verdi, Die Walküre di Wagner, Sly di Wolf Ferrari, Cavalleria Rusticana, Faust, Aida, Bohème, e tante altre rappresentazioni in cui si è esibita al fianco di importanti artisti come Placido Domingo, Marcello Alvarez, Ruggero Raimondi ed altri ancora.

Un importante percorso artistico che l’ha portata sui più prestigiosi palchi di numerose città d’Italia e all’estero. Ad accompagnarla il pianista Antonino Spina : il carnet della serata ha spaziato dalla “Casta Diva” di Bellini al “ Vissi d’arte “ di Puccini per passare a Verdi, e poi ancora Puccini nelle celeberrima “Un bel di vedremo” da Madama Butterfly, e poi ancora sempre dalle stessa opera “Tu, tu piccolo Iddio” toccante e commovente brano dove la cantante ha esternato non soltanto le sue eccezionali doti canore ma anche una recitazione coinvolgente. Alla fine un classico, “Voi lo sapete, o mamma” la struggente invocazione di Santuzza nella Cavalleria rusticana: ma il concerto non si è concluso perché l’artista è stata più volte richiamata sul palco per numerosi “bis” siglati sempre da scroscianti applausi.

Cosa dire poi del bravo pianista Antonino Spina: è solista in diverte importanti orchestre, ha calcato prestigiosi palchi esibendosi in eccezionali concerti ed è vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali.
Il direttore artistico Giovanni Cultrera e la presidente provinciale A.Gi.Mus. Marisa Di Natale hanno accolto ad apertura di sipario il giovane talento ibleo Mirko Sebastiano La Rocca, un promettente pianista comisano che si è esibito con musiche di Rachmaninov e Liszt.

A fine concerto, dopo l’omaggio floreale sul palco alla Cappellani da parte del sindaco Piccitto presente in sala, l’appuntamento usuale con il dopo Teatro Cocktail, il momento di incontro e convivialità nei foyer, dove è stato possibile visitare anche la mostra pittorica “Note di Colore” dell’artista Ausilia Miceli.

Ibla Clasica da’ adesso appuntamento a domenica 4 maggio con un mix d’eccezione, “Chopin e Piazzolla”, Giuseppe Lo Cicero, pianoforte, duo di chitarre Sciacca-Gioeni . E poi si prosegue con Ibla Sacra: atteso il grande concerto al Duomo di San Giorgio per la sera del 25 maggio con il grande complesso bandistico – oltre 50 elementi – Città di Chiaramonte Gulfi, in occasione dei solenni festeggiamenti del Santo Patrono del quartiere barocco di Ibla.

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR