Vita Cristiana

Pubblicato il 23 Novembre 2017 | di Silvio Biazzo

A Monterosso Almo la tradizione del Presepe vivente

C’è già aria di Natale a Monterosso Almo uno dei borghi più belli d’Italia, e già la cittadina iblea si prepara ad allestire il miglior presepe vivente di Sicilia, riconoscimento ottenuto attraverso il premio “Praesepium Siciliae”. Un’accoppiata straordinaria ed avvincente in vista della 33esima edizione del presepe vivente che, nel quartiere Matrice, animerà un affresco della vita contadina in Sicilia, costruito nel rigoroso rispetto delle più autentiche tradizioni di vita, di lavoro e di fede dell’isola.

Appuntamento che prenderà il via tra poco più di un mese. Infatti, la prima rappresentazione è in programma il 26 dicembre mentre le altre date sono già state fissate per il 30 dicembre, l’1, il 5 e il 6 gennaio del 2018. Partenza, come sempre, nel pomeriggio (intorno alle 17,30), da piazza San Giovanni, nel cuore del centro montano, con i visitatori che potranno ammirare la laboriosità del “curdaru”, del “firraru”, della “lavannara” e, ancora, dello “scarparu”, nonché di tutte le altre figure che, per il Natale, ritorneranno ad essere protagoniste riproponendosi alle nuove generazioni, portando con loro in dotazione una ricchezza di storia e di tradizione. Già adesso sono giorni di grande e speciale fermento a Monterosso Almo. Si vuole fare il meglio per garantire la predisposizione di un allestimento che sia all’altezza della situazione. Guidati dal presidente Paolo Tavano, i componenti dell’associazione “Amici del Presepe” stanno pianificando i preparativi per consentire a quanti vorranno calarsi in questa atmosfera magica, nel quartiere medioevale del centro montano, di vivere un’esperienza unica. “Ce la stiamo mettendo tutta – dice Tavano – per predisporre un appuntamento ancora più straordinario del solito che, ne siamo certi, non     mancherà di stupire chi verrà a trovarci”. Soprattutto nel fulcro della Matrice, il sito storico di Monterosso, gli organizzatori hanno curato una suggestiva ambientazione che, come sempre, è destinata a suscitare l’attenzione dei visitatori i quali, come per incanto, si troveranno immersi in un’altra epoca, in una rievocazione, a tutti gli effetti, degli anni Quaranta-Cinquanta. Il tutto sapientemente predisposto in quel dedalo di viuzze che, come per incanto, tornerà ad animarsi, facendo assaporare agli spettatori la particolarità di una scena, quella della Natività, che sarà fatta rivivere con grande accuratezza.

 

 

Per informazioni è possibile contattare il 339.8739007.

Tags: , , , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR