Vita Cristiana

Pubblicato il 29 Marzo 2019 | di Alessia Giaquinta

0

“Ora sono completo. Ora è veramente Pasqua”

Damiano è un ragazzo vittoriese di ventitré anni. Ha lo sguardo limpido, un sorriso luminoso e la solarità tipica della giovinezza. Ma ora ha una luce in più, una forza nuova.

“Ho ricevuto il Battesimo quando ero piccolo. Vivo in una famiglia cristiana ma io negli anni del catechismo ero disinteressato. Mi attraeva maggiormente il calcio”. E’ così che Damiano esordisce nel raccontare la sua vita. Non frequentando assiduamente le attività catechistiche, Damiano, a differenza dei suoi coetanei, non riceve i Sacramenti sebbene -dichiara- di non aver mai avuto dubbi sulla reale esistenza di Dio.

Nonostante le sollecitazioni della famiglia, lui ha vissuto sempre con la consapevolezza che si può essere cristiani anche così. Ma c’è un punto di svolta. E, ogni buon cambiamento inizia sempre da un sì. “Mi hanno invitato a partecipare al Campo Base. Ero dubbioso. Ho ricevuto addirittura diciotto chiamate”. E chissà quante altre – potremmo aggiungere- perché Dio non si arrende facilmente. Accettare quell’invito è stato l’inizio di una nuova vita illuminata dall’amore di Cristo che, questa volta, è riuscito a trovare aperta la porta del cuore di Damiano. L’esperienza del Campo Base, indescrivibilmente bella e forte, ha saputo trasmettere l’importanza di vivere pienamente la vita cristiana attraverso la grazia dei sacramenti, la comunione con i fratelli e la forza della preghiera.

“Il primo giorno del Campo mi sentivo un pesce fuor d’acqua. Mi trovavo a condividere quell’esperienza con sessanta ragazzi sconosciuti provenienti da tutta la diocesi. Non mi sono arreso, però. Il secondo giorno mi sentivo già in famiglia. Il terzo, ho chiesto di ricevere per la prima volta Gesù”. Gli occhi di Damiano, al solo ricordo, si illuminano. Sabato 16 marzo ha ricevuto, in Cattedrale a Ragusa, il sacramento della cresima. Ora è un ragazzo nuovo, completo, ancora più bello e forte.

“Ringrazio la mia famiglia, la mia ragazza, i miei amici e tutti coloro che hanno saputo insistere perché io facessi questa esperienza. Ringrazio i sacerdoti, padre Flavio Maganuco e in particolare Padre Ettore Todaro che mi hanno accompagnato durante il Campo a scoprire la bellezza della vita cristiana. Ringrazio i campisti del 107 che, in soli tre giorni, sono diventati una seconda famiglia per me e il rettore del campo, Rosario Brafa, che ha testimoniato la gioia dell’incontro con Cristo che salva. Ringrazio, non ultimo, Dio magnifico artefice di tutto questo!”. Damiano quest’anno festeggia il cambiamento, la rinascita cristiana, la gioia della Resurrezione. Ed è veramente Pasqua!

Tags: , ,


Autore

Alessia Giaquinta

Conseguita la maturità Classica, frequenta il corso di Laurea in Filosofia presso l’Università degli studi di Messina. Ha collaborato e collabora con testate giornalistiche online. Ha al suo attivo numerose ed importanti esperienze teatrali ed organizza Laboratori Teatrali per bambini. Promotrice di eventi culturali, è stata anche membro di gestione della Biblioteca Comunale di Monterosso Almo (RG), ove risiede. Ha svolto il Servizio Civile presso un centro per disabili e riveste il ruolo di educatrice dei giovanissimi presso la sua parrocchia di appartenenza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑