Attualità

Pubblicato il 10 Giugno 2019 | di Silvio Biazzo

0

Piccoli artisti crescono e donano

I piccoli alunni della scuola dell’infanzia Bruno Munari doneranno la loro arte, realizzata insieme ai genitori e alle maestre del plesso scolastico nell’ambito del progetto “Diversamente Trinacria”, ai pazienti degenti all’Hospice dell’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa, diretto dalla dottoressa Antonella Battaglia. Alla presenza del direttore generale dell’Asp, Angelo Aliquò, la cerimonia conclusiva delle celebrazioni dedicate al sollievo dalla sofferenza , si trerà giovedì 13 giugno a partire dalle 16.

Le opere che saranno donate saranno esposte in mostra permanente nei locali dell’Hospice, come pure un’altra coloratissima opera artistica realizzata dagli studenti dell’istituto d’arte di Modica e ancora una targa in ceramica con il nuovo logo dell’Hospice, fatta realizzare da una cara degente del reparto, a testimonianza che la tenerezza delle cure degli operatori sanitari conforta e dà sollievo a chi soffre. L’iniziativa è promossa dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa e dall’Hospice. Al termine della cerimonia, sarà offerto ai presenti il pane di sant’Antonio dopo che lo stesso sarà prima benedetto da don Giorgio Occhipinti, direttore dell’ufficio per la Pastorale della salute. Per l’occasione, saranno presenti i vincitori del primo concorso artistico “Una carezza per chi soffre: i sentieri del sollievo”.

Tags: , , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑