Società

Pubblicato il 17 Luglio 2020 | di Antonio La Monica

Al via il progetto “Strada facendo”

Chi trova un amico trova un tesoro. Chi trova tanti nuovi amici è la persona più fortunata al mondo. “Strada facendo” è il nome del progetto promosso dalla  Fondazione San Giovanni Battista e sostenuto dal Comune di Ragusa nell’ambito del bilancio partecipato. Un progetto che offre ai bambini del centro storico, ma non solo, la possibilità di incontrarsi e giocare insieme in modo coordinato. Il primo appuntamento si è svolto giovedì scorso in piazza Poste. Oltre 40 i bambini intervenuti e coinvolti nei giochi organizzati dalle animatrici Martina Nicastro, Carla Fargione ed Enrica Nicastro. Una caccia al tesoro, giochi di squadra e, infine, una merenda nel giardino interno dell’edificio storico di via Mario Leggio 88.

Il percorso nasce dalla volontà di creare momenti di festa ed aggregazione capaci di coinvolgere i bambini, le loro famiglie e i compagni di scuola e di giochi per creare una rete sociale di sostegno e momenti di sensibilizzazione rispetto alle tematiche multi culturali.

“Cosa c’è di più bello – chiede Renato Meli, presidente della Fondazione – del sorriso dei bambini? Regalare momenti di gioia a tanti ragazzi, che abitano il quartiere storico di Ragusa, è il cuore del progetto “Strada facendo”. A volte vedo ragazzi che sembrano avere tutto ma non il sorriso: “Strada facendo” potrebbe aiutare anche loro. Far riscoprire a tutti i ragusani la bellezza dello stare insieme, dell’essere comunità accogliente e inclusiva è un altro degli obiettivi che ci poniamo. I grandi progetti, a volte, non hanno bisogno di investimenti importanti, ma di tanta passione e di visione positiva della vita. Ringrazio le animatrici coinvolte che aiuteranno l’equipe del progetto Siproimi  Vivere la vita nel portare avanti il programma che si concluderà a dicembre. Ringrazio poi in modo particolare l’Amministrazione comunale di Ragusa che ha creduto nella nostra iniziativa”.

“E’ vero che il centro storico si è negli anni svuotato – spiega il sindaco Giuseppe Cassì – ma è altrettanto vero che ancora oggi tanti giovani e giovanissimi qui vivono, giocano, si integrano. Sono allora felice di presentare “Strada facendo”, l’iniziativa della Fondazione San Giovanni che abbiamo voluto sostenere per dare a questi ragazzi e alle loro famiglie occasioni di una sana socialità restando proprio all’interno del centro. Un progetto che mette radici in estate ma che sarà partecipato con uguale entusiasmo anche d’inverno.

Non può esserci spazio per il razzismo in una società dove ragazzi di origine diversa giocano e crescono insieme”.

Il prossimo appuntamento con “Strada facendo” è in programma per giovedì 23 luglio alle ore 17 con attività e giochi di squadra alla Villa Margherita. La partecipazione è sempre libera.


Autore

Antonio La Monica

Giornalista professionista presso “La Sicilia”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑