Vita Cristiana Giovani incontro chiesa

Pubblicato il 4 Aprile 2022 | di Redazione

Sappiamo ascoltare i giovani?

Che cos’è il Sinodo di Papa Francesco?

«È un cammino di discernimento spirituale, di discernimento ecclesiale, che si fa nell’adorazione, nella preghiera, a contatto con la Parola di Dio. Non perdiamo le occasioni di grazia dell’incontro, dell’ascolto e del discernimento».

Con queste premesse, la Chiesa Cattolica da qualche mese sta cercando di abitare, incontrare e ascoltare la periferia, a cui tanto ci invita Papa Francesco.

Ed è per questo che ogni Chiesa locale si sta, seppur a fatica, interrogando sul reale volto da dare alla nostra Chiesa.

Tante sono le forze coinvolte per questo Sinodo, tante le cose che si stanno facendo, ma quanto si sta curando il metodo? Quanta consapevolezza dei contenuti c’è?

Difatti la Chiesa sta vivendo serie difficoltà ad incontrare realtà religiose diverse, eppure cerca di sperimentare una qualche apertura nei confronti di queste realtà, cerca di essere presente, cerca di incontrare e condividere; la Chiesa sta vivendo serie difficoltà ad incontrare realmente i bisogni dei poveri e ammalati, eppure cerca di raggiungerli nei modi più immediati magari attraverso un pacco di pasta o altri beni di necessità primaria; la Chiesa sta vivendo serie difficoltà ad incontrare la realtà  giovanile e, può sembrare strano, ma ancora non riesce a raggiungerli.

Categoria trascurata, quella dei nostri giovani. Perché non si riesce realmente ad incontrarli e ascoltarli? È una questione di linguaggi? Quale alternative offre la Chiesa rispetto a tutto il mondo digitale che tempesta di occasioni e opportunità, che offre gioie seppur effimere e possibilità di vetrina?

Siamo spettatori di giovani che usano le vetrine dei social per ottenere consensi e conferme, siamo spettatori di giovani che mostrano volti stanchi e demotivati, siamo spettatori di giovani confusi, arrabbiati perché inespressi, non ascoltati.

Ci siamo mai interrogati del perché i giovani sono sempre più lontani dalla Chiesa? Il linguaggio usato riesce a raggiungerli? Siamo diventati cattolici indifferenti ai segni dei tempi? Magari siamo fuori dalla storia, non riusciamo più a leggere i vissuti dei giovani, non sappiamo più nulla di loro, magari ci siamo arresi, magari non riusciamo più a spenderci per loro, perché troppo faticoso, in termini di tempo e di energie?

Ascolto, incontro e discernimento, queste le grandi tematiche del  Sinodo!

Penso che l’ascolto, l’incontro e il discernimento siano connessi ad una rete perfetta. Penso si tratti di  ingranaggi propedeutici, l’uno non vive senza l’altro e il cuore che muove questi ingranaggi, è Cristo. Attraverso l’adorazione educhiamo l’ascolto, ma è con la preghiera che creiamo possibilità di incontro, infine la Parola, illumina la nostra mente e ci apre al discernimento.

Buon cammino sinodale.

Raffaella Refano

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR