Politica italia bandiera

Pubblicato il 24 Settembre 2022 | di Vito Piruzza

Pubblici Vizi, Private Virtù

Siamo un popolo strano!

Gli Italiani abbiamo nel nostro DNA uno spirito di adattabilità e una propensione al sacrificio che pochi popoli hanno: nel dopoguerra, con un’Italia che seconda solo alla Germania era stata per anni terreno di scontro belligerante per due anni, siamo riusciti in pochi decenni a ricostruire un Paese molto più moderno di quello che la guerra aveva lasciato in macerie sociali e fisiche, il boom economico italiano è stato oggetto di studi per la sua particolarità.

Siamo un Paese di risparmiatori: le statistiche ci vedono sempre in posizione alta per propensione al risparmio, anche nei periodi meno brillanti, e forse proprio in risposta a questo, noi Italiani accumuliamo riserve finanziarie per il “non si sa mai”…

Abbiamo un alto tasso di cittadini che vive in abitazioni di proprietà, siamo disponibili ad indebitarci per l’acquisto dell’abitazione, per non parlare poi delle seconde case …

Siamo anche un popolo prudente e protettivo nei confronti della famiglia, teniamo i nostri figli in casa fino a quando non sono pienamente autonomi e capaci di sostenersi in modo pieno…

Insomma, tanti indicatori ci dicono che siamo veramente un popolo con la testa sulle spalle, prudente, laborioso e capace di sacrifici!

Ho fatto questa premessa perché mi risulta stridente la distonia tra queste caratteristiche e l’approccio degli Italiani ai programmi elettorali dei partiti; date le premesse ci si aspetterebbe che gli Italiani fossero attratti da programmi che si facciano carico delle criticità che attraversa il Paese, non dico che promettano “lacrime e sangue” perché il masochismo non è richiesto a nessuno, ma che almeno prospettino le situazioni nazionali con un minimo di realismo e con lo stesso realismo indichino ciò che è possibile fare per cercare di tenere in rotta questa imbarcazione dalle numerose falle.

Ebbene, volendo valutare i programmi elettorali, è curioso vedere che in tutti la parola “sacrificio” è bandita come fosse la peste (e questo ci sta, ribadisco che a nessuno è richiesto di essere masochista), ma che in alcuni addirittura vengono elargiti sogni ad occhi aperti…

Ovviamente c’è chi potrebbe obiettare che non è responsabilità degli Italiani se i partiti compilano dei programmi “generosi”, ma nel mercato elettorale come in tutti quelli in cui si incrocia domanda e offerta spesso è la domanda che crea l’offerta e che questo sia uno di quei casi è dimostrato dal fatto che i programmi più “generosi” sono quelli che, a detta dei sondaggi, hanno il maggior appeal elettorale.

Volendo fare una battuta (anche se l’animo non è proprio quello di scherzarci su) verrebbe da consigliare a qualche formazione politica che vuole sbaragliare la concorrenza di proporre un programma elettorale in due punti: ”Vi promettiamo la felicità su questa terra e il Paradiso nell’Aldilà”… Garantisco il risultato!

Tags: , , , ,


Autore

Vito Piruzza



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna Su ↑