Società

Pubblicato il 2 Dicembre 2014 | di Silvio Biazzo

L’ Anffas in prima linea sul terreno della disabilità

Lodevole iniziativa organizzata da Anffas in collaborazione con i commercianti di via Roma e la sezione cittadina dell’Ascom, con il patrocinio del Comune, o l’iniziativa è stata chiamata “Weekend’arte – Il riciclo”.

Una istituzione sempre viva quella dell’ Anffas di Ragusa che meriterebbe una maggiore attenzione da parte degli enti pubblici per la diuturna opera di assistenza rivolta a tanti diversamente abili ospitati nella struttura di via Eugenio Criscione Lupis: a dirigerla oggi è la signora Salvatrice Cilia che assieme alle sue valorose collabotratici, fra le tante Chiara Scrofani, fanno sentire meno pesante per le famiglie il “peso” di avere tra le proprie mura domestiche un figli o un familiare non autosufficiente. Tante le attività che le operatrice fanno svolgere agli ospiti della casa che in tal modo si sentono anch’essi utili e non un peso.

Ed oggi segnaliamo una lodevole iniziativa che appunto l’ Anffas ha organizzato in collaborazione con i commercianti di via Roma e la sezione cittadina dell’Ascom, con il patrocinio del Comune, o l’iniziativa è stata chiamata “Weekend’arte – Il riciclo”. Si tratta di una mostra d’arte a tema che prevede l’esposizione delle opere di varie discipline, realizzate dagli utenti dell’ Anffas di Ragusa, sul tema del riciclo. La mostra, ubicata in via Roma 172/c, resterà aperta sabato 29 e domenica 30 novembre, la mattina dalle 10,30 alle 12,30 ed il pomeriggio dalle 17 alle 20,30. Saranno anche esposte alcune opere, su cavalletto, presso alcuni degli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.

L’Anffas onlus Ragusa, come sopra accennato, è un’associazione che si propone di assicurare il benessere e la tutela delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale e delle loro famiglie, ed opera primariamente per rendere concreti i principi della pari opportunità, della non discriminazione e dell’ inclusione sociale: è presente a Ragusa da 25 anni. Un tema su cui l’Anffas si impegna da tempo è l’ambiente, l’ecologia e il rispetto del territorio, partendo dalle piccole cose, quelle semplici che possono fare tutti, per esempio la raccolta tappi. I ragazzi che hanno realizzato queste opere frequentano il Centro diurno per persone con disabilità intellettiva e relazionale Anffas onlus di Ragusa, in convenzione con il Comune.

Hanno unito la voglia di fare con le poche risorse economiche, e si è creata un’esplosione creativa che ha riguardato il riciclaggio di ogni possibile materiale all’insegna dello slogan: “Nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma”. Sono state sperimentate nuove tecniche e nuovi materiali insieme con i ragazzi dell’associazione ed i risultati sono costanti e sorprendenti. In questa mostra c’è un piccolo estratto di quello che l’Anffas realizza insieme con i propri utenti. “Un ringraziamento speciale – dice il presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera – va a chi ha messo gratuitamente a disposizione il proprio spazio privato, dedicandolo all’iniziativa in questione”.

Tags: ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna Su ↑